Archivi tag: Ambiente

STORIE E RACCONTI DEL MARE 2016

Dal 5 Marzo 2016 riparte la rassegna “Storie e Racconti del Mare” con una nuova serie di incontri per la promozione della cultura del mare.
Come primo ospite interverrà Marco Anzidei (1° ricercatore dell’ Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), che parlerà delle variazioni del livello del mare e del movimento della crosta terrestre dal Mediterraneo alle isole Eolie. Un argomento molto attuale per i soci della nostra sezione, visto che i nostri catamarani torneranno in mare, quest’estate, proprio per solcare quel tratto di mare.
L’inizio della rassegna “Storie e Racconti del Mare 2016” coinciderà quest’anno con un momento molto importante per la locale Sezione della LNI, che festeggerà, proprio nella stessa, data il suo ventennale, essendo stata istituita nel Marzo del 1996.
Sarà l’occasione per festeggiare questo momento, brindando e tagliando una torta, insieme a tutti coloro che ci hanno seguito e sostenuto in questi anni e con quanti ci hanno aiutato a crescere e, sopratutto, con quanti sono saliti a bordo dei nostri catamarani, lungo le oltre 8.500 miglia percorse nel Mediterraneo dal 2006 ad oggi.

Vi aspettiamo Sabato 5 Marzo alle ore 11, presso la Sala Gatti, in Lungomare delle Sirene 109 a Torvaianica

Buon vento.

Antonello Serani
Ufficio Stampa
L.N.I. Sezione di Pomezia

Storie e Racconti del Mare 2016 - 1

Storie e Racconti del Mare 2016 – 1

Share

Mare d’inverno 2016

12633572_520263268145478_4024398787712706159_o

Anche quest’anno la nostra Sezione ha partecipato a “Mare d’inverno “, la giornata nazionale di pulizia delle spiagge organizzata dall’associazione ambientalista Fare Verde.

Sono stati raccolti 8 sacchi di rifiuti (per lo più plastica) sulla spiaggia e la duna adiacenti il fosso della Crocetta a Torvaianica.

Share

Il Mare d’Inverno

il mare d'invernoI VOLONTARI DI FARE VERDE, CON L’AIUTO DELLE ASSOCIAZIONI E CITTADINI, PULIRANNO LA SPIAGGIA DI TORVAJANICA E CENSIRANNO LA TIPOLOGIA DI RIFIUTI

Domenica 31 gennaio 2016 ritorna l’operazione “Il mare d’inverno”: i volontari di Fare Verde saranno impegnati a pulire le spiagge italiane per ricordare a tutti che l’inquinamento dei litorali e del mare è un problema che esiste per dodici mesi all’anno e non solo durante il periodo estivo.
Fare Verde, inoltre, continua a denunciare il grave fenomeno dell’erosione che colpisce le nostre coste e il pericolo per il mare dovuto alle trivellazioni petrolifere.
Nella nostra Città di Pomezia l’iniziativa si svolgerà domenica 31 gennaio 2016, dalle ore 9,00 alle ore 13,00 sulla spiaggia di Torvajanica in località Campo Ascolano.
Punto di assembramento: primo ingresso adiacente il fosso di Campo Ascolano.
Chiunque voglia partecipare alla giornata di pulizia, può contattare Fare Verde al numero 349.8197039  o inviare una mail all’indirizzo pomezia@fareverde.it.

Invitiamo i cittadini che volessero pulire altre zone della spiaggia di Torvajanica, di segnalarcelo prima per poter censire nel primo pomeriggio tutti i rifiuti raccolti.
I partecipanti sono pregati, se possibile, di portare guanti personali, noi metteremo a disposizione le buste colorate per differenziare la raccolta.
Quest’anno l’evento a Torvajanica tornerà alle origini e si concentrerà esclusivamente sulla raccolta rifiuti per elevare l’attenzione su questo problema che continua ad essere alimentato dalla superficialità del gesto dell’ abbandono.
L’iniziativa di Fare Verde ha l’obiettivo di riportare al centro dell’attenzione la necessità di ridurre i rifiuti e riciclarli più possibile.
Infatti, un “mare di rifiuti” invade le vie delle nostre città, le strade, le autostrade, le ferrovie che attraversano le campagne, le aree industriali e i quartieri residenziali, le cime delle montagne e i boschi, i prati e le spiagge.
I volontari di Fare Verde che puliranno le spiagge coglieranno l’occasione per fare anche un censimento dei rifiuti raccolti.
Una specie di “hit – parade” dove saranno elencati i tipi e le quantità di immondizia raccolta.
Questo per dimostrare che sulle spiagge ormai si trova di tutto ed è dovere dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni cooperare per tenerle pulite.

fonte: il corriere della città

Share